Pordenone - FRIULI VENEZIA GIULIA - Consigli Di Viaggio in Agriturismo - Agriturismo in Italia Turismo Sostenibile e Consigli di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pordenone - FRIULI VENEZIA GIULIA

Pubblicato da in Friuli Venezia Giulia ·
Tags: consigliviaggioitineraricosavederecosavisitareagriturismopordenonefriuliveneziagiulia

Pordenone

Pordenone è una delle province della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, insieme a Trieste, Gorizia e Udine.
Il territorio può essere suddiviso in tre parti: a nord c'è la zona montana, al centro quella collinare e sud l'area pianeggiante.
Come provincia, Pordenone nasce nel 1968 e contiene circa 50 comuni.

Da Pordenone è facilmente raggiungibile il territorio austriaco, motivo per il quale è considerata un “ponte” per l’Europa. Nel suo territorio c'è lo spazio PArCo, la sede della Galleria di Arte Moderna e Contemporanea, dedicata ad Armando Pizzinato, artista italiano del Secondo Dopoguerra. E' possibile vedere un centro congressi, sale espositive, ambienti museali e laboratori.
All'esterno, in una terrazza, vengono ospitati eventi all'aperto e opere scultoree. Nelle sale espositive interne si trovano dipinti, incisioni, sculture e fotografie del secolo scorso, opere di artisti nazionali come Pizzinato, Zigaina, Basaldella, oltre a De Chirico, Sironi, Fontana, Guttuso. Tra le opere internazionali ricordiamo Picasso, Chagall e Braque.
Il museo che si trova poco distante dal centro della città custodisce nelle sue sale i reperti raccolti dall’ultimo esponente della famiglia residente nel maniero, il conte Giuseppe di Ragogna. I reperti ricostruiscono una vasta panoramica storica, che va dalla preistoria al Rinascimento.

Tra le attività proposte ci sono attività scientifiche di scavo, visite guidate e percorsi in barche elettriche.
Oltre alla sede principale della Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone (ParCo), c'è un'ulteriore struttura museale (PArCo2) che ospita, in un edificio storico del centro, sette ambienti espositivi.

A Torre di Pordenone, a tre Km dal centro cittadino, si trova il sito archeologico della villa romana, vicino al fiume Noncello, con pitture murali dell’epoca rappresentanti l’Amazzonomachia, con la contrapposizione tra forze umane e bestiali, simbolo delle tensioni per l'acquisizione di nuovi territori ai confini orientali dell’Impero.
Ci sono anche i resti delle "sostrutiones", pilastrini di rialzo del pavimento. Alla villa si accede anche da un percorso pedonale nel parco, un'area di diversi ettari che costituisce una riserva naturale.

Il Duomo di San Marco, riedificato in stile romanico-gotico, contiene opere di Giovanni Antonio de’ Sacchis, detto "il Pordenone": la pala dell’altare maggiore, dedicata al patrono; la Madonna della Misericordia; gli scomparti del fonte battesimale; alcuni affreschi come il San Rocco.
La Cappella dei Santi Pietro e Paolo conserva decorazioni ad affresco, con la facciata che risalta il grande portale.
Infine, il Castello di Torre, del XII secolo e residenza della famiglia dei signori di Ragogna, dopo l'invasione austriaca fu trasformato in dimora signorile. Oggi è sede del Museo Archeologico del Friuli Occidentale.

Descrizione inviata da Valentino di Pordenone



Nessun commento


Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu