Milano - LOMBARDIA - Consigli Di Viaggio in Agriturismo - Agriturismo in Italia Turismo Sostenibile e Consigli di Viaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Milano - LOMBARDIA

Pubblicato da in Lombardia ·
Tags: consigliviaggioitineraricosavederecosavisitareagriturismomilanolombardia

Milano

Milano
è
considerata la capitale economica d'Italia, ma è una città molto ricca anche dal punto di vista culturale e dei divertimenti. Uno dei luoghi più belli è sicuramente lo spazio verde di Parco Sempione, che fa da cornice al Palazzo Sforzesco, simbolo del potere della Milano ducale.

Oggi è sede di molti musei: Museo d'Arte Antica, raccolta dei mobili e pinacoteca, Museo della Preistoria e Protostoria e Museo Egizio.
Immancabile
è la visita al Duomo, capolavoro dell'architettura gotica e alla galleria Vittorio Emanuele II, fino ai Navigli, per i quali Leonardo da Vinci donò uno dei suoi più grandi capolavori, il Cenacolo.

Il Duomo di Milano è la chiesa dedicata a Santa Maria Nascente. I lavori cominciarono nel 1386 e questa struttura è la testimonianza più significativa di architettura gotica. Dalla guglia maggiore troneggia la celebre Madonnina, statua di rame dorato di ben 4 metri. Dalla terrazza si gode una meravigliosa vista sulla città e sulle Alpi, oltre a considerare la visione di ben 3.500 statue, compresi i 96 giganti dei doccioni, in una struttura lunga 157 metri e larga 92 metri.

I Navigli sono costituiti da canali navigabili, il primo dei quali, il Ticinello, lungo 50 Km, fu inaugurato nel 1179.
Il sistema di chiuse fu concepito da Leonardo da Vinci verso la fine del Quattrocento. I Navigli
, un tempo, erano il popolare ritrovo di negozietti e mercatini. Attualmente, sono una zona molto esclusiva, anche se ai locali più alla moda si affiancano ancora le modeste botteghe artigianali.

Il Palazzo di Brera nasce su un antico convento trecentesco del gruppo degli Umiliati, poi concesso ai Gesuiti, che vi fondarono una scuola. Durante il periodo del Neoclassicismo in Italia, il palazzo fu arricchito con una biblioteca, con l'imponente portale di ingresso su via Brera e l'ultimazione del cortile, con la statua di Napoleone. Con la proclamazione di Milano a capitale del Regno Italico, il palazzo divenne un museo ricco di quadri: a differenza degli altri musei italiani, non ha avuto origine dal collezionismo privato dell'aristocrazia e dei principi, ma da quello di stato e politico.

Il convento domenicano di Santa Maria delle Grazie custodisce il Cenacolo di Leonardo da Vinci, il quale eseguì questo capolavoro "a secco", tecinica per cui, nel corso del tempo, sono stati necessari molti interventi di restauro. Per evitare ulteriori danneggiamenti, il dipinto è conservato in particolari condizioni ambientali, determinate dal trattamento dell'aria, ed è visitabile soltanto da gruppi di massimo 25 visitatori per volta, ogni 15 minuti.

La Galleria Vittorio Emanuele II è considerata il "salotto di Milano": nel 1859 fu partorita l'idea di un passaggio coperto tra Piazza Duomo e Piazza della Scala. Al concorso internazionale parteciparono 176 architetti e a spuntarla fu Giuseppe Mengoni. La prima pietra fu posta direttamente da re Vittorio Emanuele II di Savoia e, due anni dopo, la Galleria fu inaugurata anche se ancora incompleta. Tuttavia, il suo ideatore, Giuseppe Mengoni, morì proprio durante un'ispezione e si pensò ad un suicidio dovuto alle numerose critiche e alla delusione.


Descrizione inviata da Riccardo di Milano



Nessun commento


Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu